Archivio categoria: Meteo

Bufera di Vento sull’ Italia. Maltempo su Medio Adriatico, piogge al Sud e Isole

Fonte leccesette.it

SITUAZIONE. Un profondo minimo depressionario staziona sul Basso Tirreno e continua a condizionare il tempo su tutta l’ Italia, portando nuvolosità diffusa su tutte le regioni centrali, meridionali e sulle Isole

Ondata di aria fredda in vista per l’ Immacolata? Ultimi aggiornamenti

Foto di Kari Limatainen

Secondo gli ultimi aggiornamenti modellistici torna ad essere realmente concreta l’ ipotesi di un Ponte dell’ Immacolata caratterizzato da freddo anche intenso e nevicate al Centro-Sud.

Forte maltempo sul Sud Italia con pioggie intense accompagnate da venti tempestosi, bello ma freddo sul Nord Italia.

untitled

Una perturbazione di origine Africana accompagnata da aria calda e umida in contrasto con una massa d’aria di origine Nord Europea, ha favorito la formazione di una tempesta Mediterranea con minimo di bassa pressione principale, centrata sul mar Ionio. Tra oggi e domani, il minimo di bassa pressione tenderà a spostarsi gradualmente sul basso Tirreno. Le regioni maggiormente colpite dalla violenta ondata di maltempo sono la Calabria Ionica, la Basilicata, il Molise, la

Nevica al Nord. Fiocchi su Milano, neve su Piemonte e Lombardia fino in pianura. LIVE

http://foto.provincia.cuneo.it/

Sta nevicando nelle regioni di Nordovest stamattina. Fenomeno nevosi fino in pianura sono segnalati in tutto il Piemonte centro-meridionale e in Lombardia occidentale, in particolare tra Torinese, Cuneese, Alessandrino, Astigiano, Biellese e Pavese, Milanese. Fiocchi segnalati attualmente su entrambi i capoluoghi: Torino e Milano, con tentativo di attecchimento in atto. Al momento un peggioramento che sta dando quindi risultati superiori alle attese. Le temperature

Maltempo al Sud Italia, piogge e temporali in arrivo. Debole neve al Nordovest

Temporali in arrivo sul mare al Sud

La situazione. Un intenso peggioramento di carattere temporalesco è atteso nelle prossime ore sulle regioni meridionali. Intense celle sono in formazione sul Mar Ionio e risalgono verso Nord; entro la mattina sono attesi rovesci e temporali diffusi sulle regioni ioniche. Dalle immagini dal satellite si nota la grossa struttura a sudovest della Sicilia, una supercella auto-rigenerante all’ interno della quale sono segnalate numerose fulminazioni. A Nord un fronte

Fine novembre e inizio dicembre: un pò di neve fino a basse quote sul Nord Italia, forte maltempo su parte del centro-Sud.

maltempo_pioggia

Situazione generale: la formazione di un minimo di bassa pressione tra il basso Tirreno e il mar Ionio, favorirà condizioni di maltempo sulle regioni del centro-Sud con pioggia e vento, per venti prevalentemente dai quadranti Sud Orientali, precipitazioni più intense e insistenti, a fine mese sulla Calabria Ionica, sulla Sicilia Orientale e successivamente a inizio dicembre, lungo le regioni del medio-basso Adriatico. Anche le regioni Settentrionali vedranno una certa

Ondata di aria fredda sull’ Italia. Nevicate a quote molto basse sul Medio Adriatico

foto18

Gelo e neve in arrivo sull’ Italia. Il rallentamento del getto zonale alle alte latitudini favorisce l’ elevazione dell’ anticiclone delle Azzorre verso Islanda e Groenlandia; sul suo bordo orientale correnti di aria fredda di origine artica scorrono attraverso la Scandinavia e l’ Europa centro-orientale raggiungendo l’ Italia. Nella notte precedente le masse d’aria gelida hanno raggiunto la catena alpina e aggirandola da Est sono sfociate sull’ Alto Adriatico

Meteo LIVE. Forti temporali su Sardegna, peggioramento in arrivo su coste Tirreniche

satellite

Situazione
Una vasta depressione presente sul Mediterraneo centro-occidentale veicola correnti umide verso l’ Italia. Dalla notte forti nubifragi e temporali hanno colpito la Sardegna con accumuli vicini anche ai 200 mm su molte zone. Un ponte è crollato a Orosei, nel Nuorese e diversi torrenti sono esondati. Piogge diffuse hanno interessato le regioni di Nordovest, con nevicate sulle Alpi occidentali al di sopra dei 1500-1600 metri. Tutta l’ Italia è ricoperta da uno strato di nubi ma al momento

Alluvione del 1978

2BA3357E1BDD61DFA65CC78F35C8A1

La peggiore delle alluvioni che sconvolse il canton Ticino e la vicina Italia del Nord si verificò nella notte tra il 7 e l’8 agosto del 1978. Dopo alcune belle giornate estive, contraddistinte da clima caldo-afoso un’intensa perturbazione temporalesca raggiunse le nostre regioni, si trattò di un fronte freddo che improvvisamente inalzò con forza il calore e l’umidità che ristagnò per giorni nei bassi strati. La giornata del 7 agosto si presentò alquanto monacciosa già dal mattino,

Temporali di neve, un fenomeno piuttosto raro.

big_snow_maltempo-neve-300x225

I temporali invernali accompagnati da nevicate fin sulle pianure sono certamente uno dei fenomeni più suggestivi, nel canton Ticino accadde durante la serata del 19 febbraio 2006. In genere i temporali si formano quando l’aria al suolo riesce a scaldarsi a tal punto da produrre un moto ascendente (termica), la “bolla” d’aria calda salendo verso l’alto tende ad espandersi e a raffreddarsi di conseguenze in quanto la densità